Tabelle malattie professionali, aggiornamento 2024

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha recentemente pubblicato un Decreto che
aggiorna il DPR 30 giugno 1965 n. 1124, il testo unico per l’assicurazione contro gli infortuni
sul lavoro, con particolare riguardo alle malattie professionali. Una malattia professionale è
una patologia che un lavoratore contrae a causa dell’attività lavorativa svolta, con un
rapporto causale chiaro tra la malattia e il lavoro. La normativa classifica le malattie
professionali in “tabellate” e “non tabellate”, facilitando l’identificazione e la gestione dei
casi.

Le malattie “tabellate” sono quelle elencate nelle tabelle normative (DPR n. 1124/1965 e
successive modifiche). In questi casi, al lavoratore non è richiesto di dimostrare l’origine
professionale della malattia
, purché sia in grado di dimostrare di essere stato esposto alla
lavorazione tabellata e di aver contratto la malattia correlata. Per le malattie “non tabellate”,
invece, il lavoratore deve provare l’origine professionale della patologia per ottenere
l’indennizzo INAIL.

Il Decreto e le tre liste

Il Decreto del 15 novembre 2023, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 13 gennaio 2024,
aggiorna l’elenco delle malattie professionali per l’anno 2024
. Questo aggiornamento,
che fa parte integrante del decreto ministeriale del 10 giugno 2014, classifica le malattie in
tre liste in base alla probabilità della loro origine lavorativa:

Lista I: comprende malattie con elevata probabilità di origine lavorativa, tra cui malattie
causate da agenti chimici (esclusi i tumori), agenti fisici, patologie dell’apparato respiratorio e
della pelle, e tumori professionali.

Lista II: include malattie con limitata probabilità di origine lavorativa, coprendo malattie
causate da agenti chimici e fisici, tumori professionali e malattie psichiche e psicosomatiche
legate a disfunzioni dell’organizzazione del lavoro.

Lista III: raccoglie malattie con possibile origine lavorativa, includendo malattie causate da
agenti chimici e fisici, e tumori professionali.

Un aggiornamento che i lavoratori e i datori di lavoro aspettavano da tempo: fornisce, infatti,
indicazioni operative chiare per la gestione e la prevenzione delle malattie professionali,
nonché per l’ottenimento di eventuali indennizzi.

Il decreto completo qui: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2024/01/13/24A00095/sg

Articoli che potrebbero interessarti