Il quarantenne è caduto dal tetto di uno dei capannoni della ditta in via Flaminia per cui lavorava. I carabinieri indagano sull’incidente per verificare il rispetto dell’81/08 per la sicurezza.

Primo morto sul lavoro del 2015. Sabato pomeriggio è deceduto l’operaio romeno di 39 anni ricoverato al Policlinico Gemelli per le gravi ferite alla testa riportate il giorno precedente dopo essere caduto dal tetto di un capannone che stava riparando in via Flaminia, a Prima Porta. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia Cassia e del nucleo Ispettorato del Lavoro.

 La vittima abitava a Fiumicino

Il quarantenne, secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, si trovava in cima all’edificio della ditta per cui lavorava quando ha improvvisamente perso l’equilibrio precipitando da circa cinque metri. Soccorso dai colleghi e da un’ambulanza del 118, il romeno – I.B., che abitava a Fiumicino – è stato poi trasferito su un elicottero decollato da Prima Porta per il Gemelli.

Fonte: Corriere della Sera