OT 23 è il modello che si occupa di premiare le aziende che mettono in atto degli interventi che migliorano le condizioni di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro.
Il modello OT23 è stato pubblicato dall’Inail lo scorso agosto e riguarda  la riduzione del tasso medio di tariffa per la prevenzione per il 2023.

Ma di cosa si tratta?

Tutte le aziende sono tenute a versare un premio assicurativo all’Inail ogni anno a favore dei propri dipendenti per eventuali infortuni o malattie professionali.

Il premio sopra citato viene calcolato in base al livello di rischio dei dipendenti all’interno dei luoghi di lavoro. Solo le attività che dimostrano di aver adempiuto agli interventi di miglioramento previsti potranno godere di un risparmio sul proprio premio assicurativo. Gli incentivi nel dettaglio permettono di avere una riduzione del tasso medio di tariffa dal 10% al 28% in base al numero di dipendenti (più di 50 o meno di 10).

 

Le sezioni e i punteggi ammessi

L’Inail suddivide gli interventi in diverse sezioni alfabetiche:

A- Prevenzione per gli infortuni mortali sui luoghi di lavoro (non stradali),

B- Prevenzione per il rischio stradale

C- Prevenzione delle malattie professionali,

D- Formazione, informazione e addestramento

E- Gestione della salute e della sicurezza con annesse misura organizzative

F- Gestione delle emergenze e DPI (dispositivi di protezione individuale)

Per ogni intervento vengono calcolati dei punti e, per poter ottenere l’agevolazione, è necessario che la somma dei vari punteggi per intervento arrivi almeno a 100.

 

Quali sono le novità e i cambiamenti in atto?

Il nuovo modello riproduce in sostanza gli stessi interventi di quello previsto per il 2022 con delle novità che riguardano:

  • 20 punti in più per la parte riguardante il punteggio per la prevenzione degli infortuni mortali, nello specifico gli interventi A-1.2 e A-1.4 che nell’anno 2022 era di 50,
  • Rielaborazione della sezione B – prevenzione del rischio stradale, in particolare dell’intervento B-1. Tutti i veicoli per il trasporto merci o di persone (più di nove) con una massa superiore a 35 tonnellate dovranno affrontare una prova pratica anche con simulatori di guida,
  • Introduzione del modello E-19 per la gestione della salute e della sicurezza: l’azienda deve aver adottato un modello gestionale e organizzativo dell’articolo 30 D.lgs. 81/08 concordante alla normativa UNI 11857-1,
  • Riformulazione della sezione C-4.2 e A-3.2 per la prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici e per la sicurezza macchine e trattori per l’acquisto o leasing di macchine che sostituiscano quelle obsolete. Si sottolinea nell’intervento A-3.2 che le macchine sostituite devono essere necessariamente rottamate.
  • Riformulazione dell’intervento E-17 per l’adozione di un sistema di rilevazione dei quasi infortuni per cui è necessario che vengano attuate delle azioni di miglioramento negli ambienti di lavoro e sulle attrezzature.
  • Rielaborazione dell’intervento F-2 della sezione gestione di emergenza e DPI stabilito per aziende per le quali non è obbligatorio l’impiego di un defibrillatore.
  • Modifica dell’intervento F-3 che dispone dell’attuazione di almeno due delle misure di DPI dal rischio di rapine.

Tempistiche e scadenze OT23

Per usufruire delle agevolazioni e ottenere la riduzione, ogni azienda deve presentare all’Inail l’apposita domanda e la documentazione che certifichino l’attuazione degli interventi migliorativi precedenti all’anno della presentazione della domanda.

Attenzione, la richiesta dovrà essere presentata online entro il 28 febbraio 2023.

Se sei interessato a ricevere una consulenza in materia di sicurezza sul lavoro noi di SQPiù possiamo aiutarti.
Conoscenza approfondita e competenza sono il frutto di anni di esperienza e di costante aggiornamento per fornirvi il supporto necessario.

Contattaci o vieni a trovarci nella nostra sede centrale a Milano.