Esercitava l’attività senza autorizzazione comunale. Per questo motivo un supermercato di Pescara è stato chiuso, con la sospensione dell’attività.
Lo rendono noto i carabinieri del Nas del capoluogo adriatico, che hanno effettuato dei controlli nei supermercati abruzzesi registrando irregolarità anche a Teramo.

Per quanto riguarda il punto vendita di Pescara, i militari dell’Arma del Nucleo Antisofisticazione hanno scoperto che, seppur sprovvisto di autorizzazione comunale, esercitava da tempo la vendita al pubblico, omettendo di rispettare le procedure di autocontrollo e di tracciabilità a garanzia dell’igiene e sicurezza degli alimenti (HACCP).

Inoltre, nel reparto macelleria i carabinieri hanno rinvenuto contenitori non adatti allo stoccaggio di carne. L’autorità amministrativa ha quindi disposto la sospensione dell’attività e la chiusura del supermercato.

Fonte: Ansa