Il settore delle costruzioni è senza ombra di dubbio uno tra i più delicati e complessi sotto il profilo della sicurezza sul lavoro. Ciò si deve alla natura stessa delle attività che si svolgono abitualmente in un simile contesto professionale.

La normativa riguardante la sicurezza in un cantiere, sia esso temporaneo o mobile, prevede di conseguenza l’intervento di svariate figure. Tra queste rientra il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione.

In questo articolo scopriremo di cosa si occupa nello specifico una simile figura, quali sono i suoi principali compiti all’interno del settore delle costruzioni e quali le sue responsabilità.

 

Sommario:

Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione: ruolo, compiti e responsabilità

Chi è il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione

Cosa stabilisce il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro sul Coordinatore della Sicurezza

Differenze con il Coordinatore per la Progettazione

Compiti del Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione nel settore delle costruzioni

Quando è obbligatorio nominare il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione

Consulenza per migliorare la sicurezza in cantiere

 

Chi è il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione

Il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione o Coordinatore per l’Esecuzione (CSE) è una figura fondamentale per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili. Il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione viene infatti incaricato dal committente o dal responsabile dei lavori per garantire il coordinamento tra le diverse imprese impegnate nell’esecuzione dei lavori, al fine di ridurre i rischi che possono prodursi in un cantiere.

Come stabilito dal Testo Unico in Materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (D.Lgs. n. 81/2008), la figura del Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione è distinta da quella del Coordinatore per la Progettazione (CSP). Si tratta comunque di due ruoli complementari, il cui fine è di garantire la sicurezza in un cantiere.

 

Cosa stabilisce il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro sul Coordinatore della Sicurezza

Il Testo Unico in Materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro stabilisce che il committente o il responsabile dei lavori in un cantiere abbia l’obbligo di provvedere alla nomina del Coordinatore della Sicurezza.

Il Decreto prevede inoltre che il Coordinatore della Sicurezza occupi i seguenti ruoli:

  • in fase di progettazione, il ruolo di Coordinatore della Sicurezza in Fase di Progettazione o Coordinatore per la Progettazione (CSP);
  • in fase di esecuzione, il ruolo di Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione o Coordinatore per l’Esecuzione (CSE).

Le figure di Coordinatore per la Progettazione e di Coordinatore per l’Esecuzione sono quindi distinte. La normativa stabilisce tuttavia che possano essere ricoperte non solo da due professionisti diversi ma anche dal medesimo professionista.

 

Differenze con il Coordinatore per la Progettazione

Le differenze di ruolo tra il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione e il Coordinatore per la Progettazione sono illustrate dagli articoli 91 e 92 del D.Lgs. n. 81/2008.

Sintetizzando, il Coordinatore per la Progettazione (CSP) si occupa di redigere:

  • il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), ovvero il documento attraverso il quale si gettano le linee guida per la sicurezza in cantiere. Il documento va redatto prima che si dia inizio all’esecuzione dei lavori;
  • il fascicolo contenente le caratteristiche dell’opera e tutte le informazioni necessarie per la prevenzione e per la protezione dai rischi a cui sono esposti i lavoratori coinvolti nell’attività di cantiere.

Come il nome stesso evidenzia, il Coordinatore per la Progettazione è impegnato in prima linea in fase di progettazione. In fase di esecuzione, interviene invece il  Coordinatore per l’Esecuzione (CSE), svolgendo una serie di mansioni che andiamo a illustrare di seguito.

 

Compiti del Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione nel settore delle costruzioni

A disciplinare nel dettaglio quelli che sono i compiti del CSE in fase di esecuzione dei lavori è l’articolo 92 del Testo Unico in Materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro.

Durante la realizzazione dell’opera, il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione si occupa di:

  • verificare attraverso opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi interessati, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel Piano di Sicurezza e di Coordinamento;
  • verificare la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro;
  • verificare l’idoneità del Piano Operativo di Sicurezza, da considerare come Piano complementare di dettaglio del Piano di Sicurezza e Coordinamento, assicurandone la coerenza con quest’ultimo;
  • adeguare il Piano di Sicurezza e di Coordinamento in relazione all’evoluzione dei lavori e alle eventuali modifiche intervenute, valutando le proposte delle imprese esecutrici finalizzate a migliorare la sicurezza in cantiere;
  • verificare che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi Piani Operativi di Sicurezza;
  • organizzare tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi interessati, la cooperazione e il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione;
  • verificare l’attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali, al fine di realizzare il coordinamento tra i rappresentanti della sicurezza diretto a migliorare la sicurezza in cantiere;
  • segnalare al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, le inosservanze alle disposizioni previste dal Testo Unico in Materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, proponendo la sospensione dei lavori, l’allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere o la risoluzione del contratto, se ritenuto opportuno. A tale proposito, se il committente o il responsabile dei lavori non adotta alcun provvedimento in merito alla segnalazione, senza fornire una idonea motivazione, il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione dà comunicazione dell’inadempienza all’Azienda Unità Sanitaria Locale e alla Direzione Provinciale del Lavoro territorialmente competenti;
  • sospendere, in caso di pericolo grave e imminente direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate.

Le mansioni del Coordinatore per l’Esecuzione risultano quindi fondamentali per migliorare la sicurezza nel cantiere e per tutelare tutti gli attori coinvolti nell’esecuzione dei lavori contro ogni possibile rischio per la loro incolumità.

 

Quando è obbligatorio nominare il Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione

A stabilirlo è ancora il D.Lgs. n. 81/2008, più esattamente nel suo articolo 90. Il Testo Unico puntualizza infatti che nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente o il responsabile dei lavori abbia l’obbligo di nominare il CSE prima dell’affidamento dei lavori.

La normativa stabilisce inoltre che la nomina del Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione sia obbligatoria anche nei casi in cui i lavori vengano affidati inizialmente a un’unica impresa e, in una fase successiva, l’esecuzione dei lavori o di parte di essi sia assegnata a una o più imprese.

 

Consulenza per migliorare la sicurezza in cantiere

In questo articolo abbiamo cercato di accompagnarti alla scoperta del ruolo di una figura chiave come quella del Coordinatore della Sicurezza in Fase di Esecuzione. Nel caso in cui tu abbia ulteriori dubbi o richieste sul tema della sicurezza in cantiere o in qualsiasi altra tipologia di ambiente lavorativo, non esitare a rivolgerti a SQ Più (Sicurezza e Qualità) di Milano.

Tra i diversi servizi che proponiamo alla clientela, ci occupiamo anche di consulenza in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, organizzando dei corsi di formazione ad hoc ma non solo.

Contattaci per qualsiasi tua necessità. Saremo lieti di mettere la nostra esperienza a servizio delle tue esigenze operative.