Il rilascio degli attesti per corsi di formazione professionali è molto importante quando si tratta di lavoro.

Una formazione degna di questo nome deve avere come unico obiettivo l’acquisizione di competenze. Tuttavia, anche se seguire lezioni interessanti è sempre bello (un po’ come seguire lezioni noiose si trasforma in un’impresa a dir poco impegnativa), senza una certificazione la loro validità è pari a zero.

Infatti, in tema di documentazione in ambito di Salute e Sicurezza sul Lavoro, per gli attestati dei corsi di formazione la validità è tutto.

Ma quali sono i requisiti che un attestato di formazione dovrebbe avere? Insomma, come capire se davvero gli attestati di formazione sono validi? Ad esempio, chi può rilasciare attestati di formazione sulla sicurezza?

Scopriamo di più sul rilascio di attestati per corsi di formazione validi o farlocchi in questo articolo. Analizziamo i vari aspetti implicati e impariamo come smascherare eventuali tentativi di raggiro. Sulla formazione non si scherza!

 

Sommario:

Attestati formazione farlocchi? Ecco come scoprire se sono considerati validi!

Attestati di formazione validi o farlocchi: come riconoscerli

Chi può rilasciare attestati di formazione sulla sicurezza?

 

Attestati di formazione validi o farlocchi: come riconoscerli

Frequentare corsi senza attestati di formazione validi non porta a nulla.

Compreso questo dogma, con il D.Lgs. 81/2008 sulla Sicurezza sul Lavoro è stato possibile porre basi più solide in materia di formazione. È stata fatta maggiore chiarezza su un ambito che, prima del decreto, presentava non poche ambiguità.

Tuttavia, se da un lato sono state colmate grosse lacune, dall’altro la formazione obbligatoria ha generato un business che è stato preso di mira da molti. Così sono nate società fittizie ed enti bilaterali che forniscono corsi con relativi attestati di formazione senza validità alcuna.

Questo mercato, purtroppo, è cresciuto nel tempo, ha illuso tante persone e aziende e ha portato alle “vittime” del raggiro una perdita di denaro, oltre al rischio di sanzioni per il fatto di non aver rispettato gli obblighi in materia previsti dalla Legge.

A favore di questa situazione e del diffondersi di attestati di formazione farlocchi, inoltre, c’è anche la cosiddetta garanzia d’impunità, in quanto vengono controllate solo il 5% del totale delle realtà aziendali che si occupano di formazione. Di conseguenza, i reati effettivamente scoperti sono solo una piccolissima parte, e si va dalla falsifica dei registri alla contraffazione alla truffa, fino all’associazione a delinquere.

Ma come fare per riconoscere corsi e relativi attestati di formazione validi? Innanzitutto è fondamentale individuare un buon centro di formazione professionale, scegliendo ad esempio la formazione offerta da SQ Più di Milano.

Vediamo di seguito quali sono i requisiti base di un attestato di formazione riconosciuto dalla legge.

·       Requisiti di un attestato di formazione

La validità degli attestati dei corsi di formazione è determinata da una serie di elementi imprescindibili. Questi requisiti sono:

  • Presenza di dati relativi all’ente che organizza e gestisce il corso di formazione professionale
  • Presenza della dicitura riportante la normativa di riferimento, ovvero citazione del Testo Unico Sicurezza sul Lavoro (TUSL)
  • Indicazione di tutti i dati corretti relativi al partecipante al corso di formazione professionale
  • Indicazione della tipologia di corso e del settore di appartenenza
  • Numero di ore di corso effettivamente frequentate
  • Periodo di frequenza del corso di formazione
  • Presenza delle firme del rappresentante dell’ente formatore e del corsista

 

Chi può rilasciare attestati di formazione sulla sicurezza?

Oltre ai dati sopracitati come requisiti di un attestato di formazione, un punto importante è quello che vede protagoniste le realtà che erogano i corsi. E allora, chi può rilasciare gli attestati di formazione sulla sicurezza?

Per verificare che gli attestati di formazione siano validi, infatti, occorrerebbe accertarsi che il corso di formazione sia riconosciuto dalla Pubblica Amministrazione.

In questo senso, è possibile consultare l’elenco completo degli operatori accreditati dalla Regione Lombardia per corsi di formazione sul territorio.

·       Attestati per corsi di formazione sulla sicurezza senza validità

Le proposte di rilascio di attestati per corsi di formazione sulla sicurezza poco trasparenti o addirittura illegali sono purtroppo moltissime.

In questo senso, una realtà da tenere particolarmente in considerazione è quella che vede protagonisti i corsi di formazione online. Quel che è bene sapere, infatti, è che non tutti i corsi possono essere svolti tramite modalità e-learning, nonostante si trovino proposte di ogni genere che danno accesso a certificazioni e attestati per corsi di formazione senza alcuna validità.

Vediamo qualche esempio dei corsi frequentabili online e di quelli per cui invece è necessaria la presenza fisica in aula:

  • Online corsi con relativi attestati di formazione validi per RSPP datori di lavoro solo per alcuni moduli (Normativo-Giuridico e Gestionale; non per i moduli Tecnico e Relazionale, da frequentare in aula)
  • Online corsi di RSPP/ASPP per il modulo A, non per i moduli B e C da frequentare in aula
  • Online il corso completo per i Dirigenti per la sicurezza
  • Online il corso per i Preposti alla sicurezza, per le prime 5 ore delle 8 totali (le ultime 3 da frequentare in aula)
  • Online corsi per Formazione lavoratori, da distinguere a seconda del rischio di impresa in:
    • Corso completo 8 ore – aziende a basso rischio
    • 4 ore/parte generale del corso – aziende a medio e alto rischio (e 4 da frequentare in aula)

Esempi di proposte di attestati per corsi di formazione online privi di validità sono invece quelli di Primo Soccorso e Antincendio, in quanto si tratta di lezioni che richiedono necessariamente presenza fisica e pratica sul campo.

Un altro caso è quello di realtà che promuovono il rilascio di attestati per corsi di formazione a pagamento, senza proporre nemmeno la frequenza del corso. Naturalmente, anche in questo caso si tratta di certificazioni senza alcun tipo di validità.

 

L’attestato è il documento che certifica l’acquisizione delle competenze apprese durante il corso di formazione e dev’essere presentato in caso di controlli delle autorità competenti.

Per concludere, è quindi fondamentale informarsi sempre bene prima di iniziare un corso, per avere la certezza che si tratti di una realtà affidabile e riconosciuta, in grado di rilasciare attestati di formazione validi.

Da Sq Più a Milano organizziamo corsi di formazione online e in aula sulla sicurezza e non solo. Naviga sul nostro sito o contattaci per scoprire tutto ciò che possiamo offrirti.